Il Cioccolato e le sue proprietà

Può un alimento essere al tempo stesso buonissimo ed avere molteplici proprietà benefiche per la salute?
Ebbene si, questo alimento esiste e resistere in questo caso alla tentazione non è affatto necessario, anzi…

Stiamo parlando del cioccolato, uno degli alimenti più amati e consumati al mondo, e se prima mangiandolo ci sentivamo quasi di fare qualcosa che non si deve, di trasgredire, grazie alle continue scoperte sulle sue proprietà terapeutiche, adesso, anche quel piccolo senso di colpa è svanito del tutto.

 

 

In realtà è bene fare chiarezza su un aspetto molto importante per non creare confusione, l’unica tipologia che apporta dei benefici e ha delle qualità nutrizionali importanti, è il cioccolato fondente o extrafondente con un contenuto di cacao che va dal 70% al 90% (non è possibile, a causa del suo sapore altamente astringente, avere il 100% di cacao).
Quindi se vogliamo usufruire delle proprietà nutrizionali del cacao dobbiamo scegliere un cioccolato che abbia un gusto amaro altrimenti rischiamo di assumere un alimento con un contenuto eccessivo di grassi saturi e di zuccheri.
Il cioccolato fondente ha una maggiore quantità di cacao e le proprietà nutrizionali benefiche sono dovute al contenuto di polifenoli.
I polifenoli sono stati identificati come un gruppo di composti bioattivi in grado di influenzare diversi aspetti della funzione cerebrale, tra cui il flusso sanguigno cerebro- vascolare e la funzionalità dei neuroni, determinando un miglioramento nell'apprendimento e nei processi della memoria.
Molti studi in letteratura confermano che l'assunzione alimentare di polifenoli (e in particolare la specifica classe di flavonoidi chiamati flavanoli,) possano esercitare alcuni effetti benefici sulla salute umana quali:

  • effetti protettivi sul sistema cardiovascolare

  • proprietà ipocolesterolemizzante

  • miglioramento della sensibilità all'insulina

  • ruolo neuro protettivo

  • proprietà antidepressive

 
Attenzione però, nonostante tutti gli effetti benefici descritti, bisogna considerare che le fasi di lavorazione che permettono alle fave di cacao essere trasformate in prodotti industriali finali, cioè in cioccolato, possono influenzare e ridurre drasticamente il contenuto di flavonoidi e, di conseguenza la loro attività antiossidante.

 

 

 

 

 

Tags:

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Blog

Featured Posts

"Senza Olio di Palma", ma perchè?

February 9, 2016

1/3
Please reload

Archive
Please reload

Follow Me
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Pinterest Icon